Sagre italiane: gli eventi imperdibili di settembre

Secondo le stime di Coldiretti, l'estate 2012 ha visto diminuire i vacanzieri tradizionali e crescere i visitatori di fiere e sagre enogastronomiche. Turismo mordi e fuggi, è il caso di dirlo, ma anche un modo per valorizzare il nostro patrimonio culturale, di cui i prodotti tipici sono parte fondamentale.

I numeri sono interessanti anche dal punto di vista economico, con un giro da 350 milioni di euro l'anno, e sono certamente rassicuranti per chi decida di fare di questi eventi la meta delle proprie vacanze o delle proprie gite: 18.000 eventi sul territorio nazionale, con una media di 250 appuntamenti al giorno che diventano quasi mille nel periodo estivo. Spesso da tutto esaurito, che in tempi di crisi fa notizia. Anche a settembre ce n'è per tutti i gusti...e più sono "pop" più attirano.

Settembre last minute: le mete imperdibili

SAGRA DELL'UVA – Riccia (CB), seconda domenica di settembre
Un vero e proprio carnevale tardoestivo dedicato al frutto di Bacco, assaporando già il suo nettare pregiato. Questo antichissimo borgo molisano preserva da anni la festa dell'uva, cui dedica un'intera sfilata di carri: sopra ogni mezzo uomini e donne in abiti contadini ricreano scene di vita e di lavoro tradizionali, mentre dal “carro dell’uva” arrivano prelibatezze della cultura gastronomica locale. A completare l'ebbrezza storica, un corteo di gruppi folk e sbandieratori.

FESTA DEI FUNGHI - Forni di Sopra (UD), week end del 9 e 16 settembre
In questa località nel cuore della Carnia, si mobilita una vera e propria "macchina del fungo". Micologi esperti illustrano le peculiarità dei funghi esposti in una grande mostra, mentre il Consorzio dei Servizi turistici e il Parco Naturale delle Dolomiti Friulane organizzano escursioni nei boschi locali. Immancabili le degustazioni nei ristoranti del paese e le bancarelle per chi non vuole andare a casa col "voglino". Nella migliore tradizione friulana, il tutto è accompagnato da musica e buon vino.

FRIULI DOC – Udine, 13 – 16 settembre

La più grande kermesse enogastronomica friulana diventa maggiorenne e sceglie un ospite d'onore, il formaggio. Giunta alla sua 18ma edizione la manifestazione che si snoda per le vie di Udine ha inoltre deciso di ampliare i suoi spazi, soprattutto in Largo Ospedale Vecchio, viste le sempre più numerose richieste giunte dagli espositori. Fra questi il Tarvisiano, le pro loco di Capriva del Friuli, Chiusaforte, Pontebba, Bagnaria Arsa, San Giorgio di Nogaro, Coderno e Avasinis, il Consorzio vini Aquileia, la sagra delle patate di Godia e la cooperativa pescatori di Trieste. E ancora le pro loco di Savorgnano del Torre, Alta Val Malina, Magnano in Riviera e Gemona, oltre al consorzio Dolce Nord Est. Fra gli appuntamenti da non perdere piccoli stage di cucina per la preparazione del formaggio, la mostra fotografica alla Casa della Contadinanza e un centinaio di spettacoli musicali di bande, gruppi folkloristici e buskers.

Il pranzo al sacco ideale per mare e montagna

39MA SAGRA DEL RANOCCHIO – Conselice (RA), dal 13 al 17 settembre
L'occasione per degustare un piatto tipico della tradizione di queste campagne diventa la scusa migliore per un pot pourri di eventi dal calendario serratissimo: una mostra di hobbistica, con collezionisti e artigiani che presentano gli oggetti più originali, un raduno d’auto d’epoca, l'imponente raduno ciclistico amatoriale del ranocchio e il palio delle trottole che tiene viva un’antica tradizione di gioco popolare. Per scoprire la Romagna lontano dalla costa, ma sempre a due passi dalla riviera).

I PRIMI D'ITALIA – Foligno (PG), dal 27 al 30 settembre
Pasta, certo, perché siamo italiani. Ma anche riso, zuppe, gnocchi, polenta e tutti i prodotti agroalimentari indispensabili a condirli. I primi piatti sono i principi della gastronomia italiana e l'Umbria li celebra con la XIV edizione di Festival nato per metterli al centro della tavola. Quattro giorni all’insegna di degustazioni continuative, lezioni di cucina, dimostrazioni di grandi Chef, produzioni alimentari di qualità ma anche spettacolo e intrattenimento “lontano dai fornelli”.

Vino e cibo: gli abbinamenti perfetti

WINE FOOD FESTIVAL – Emilia-Romagna, iniziato ad agosto finisce il 16 dicembre
Questa è la manifestazione ideale per chi vuole pianificare week end golosi da qui  a Natale. La IV edizione del Wine Food Festival 2012 comprende infatti una trentina di appuntamenti, tra sagre, fiere e degustazioni dei migliori fra i 35 prodotti Dop e Igp e alle eccellenze enologiche della regione, compresa la più antica Docg bianca d’Italia. Assolutamente significativo l'avvio della manifestazione con la sagra del tartufo di Sant’Agostino, nel ferrarese, uno dei comuni colpiti dal terremoto che confida anche in questa manifestazione in corso fino al 16 settembre per tornare alla normalità. E poi ancora la Festa della Coppa a Carpaneto (Piacenza), il "Val Tidone Wine Fest", il XV Festival del Prosciutto di Parma, "Enologica" a Faenza, "Mortadella Please e Sfoglia Bologna", Il pesce fa festa a Cesenatico, le Fiere del Formaggio di Fossa di Sogliano al Rubicone e Talamello e "Parmigiano Reggiano in mostra nelle Terre di Canossa", a Bibbiano e Reggio Emilia. Se il colestrerolo ve lo consentirà, potrete chiudere in bellezza con il “Cicciolo d’oro” di Campagnola.