Gli effetti del fumo sul corpo umano

Fumare fa male, questo lo sanno tutti. E di fumo si può morire. In Italia ogni anno sono circa 70mila le persone decedute per cause legate al tabagismo. Ma gli effetti delle sigarette sul corpo umano sono molteplici e intaccano anche la vita di tutti i giorni dei fumatori.

Ecco quali sono tutti gli effetti del fumo
.

Toglie il respiro. Secondo L'Organizzazione Mondiale della Sanità il 90-95% dei tumori polmonari sono dovuti al fumo, e in Italia le sigarette sono responsabili di circa 30mila morti l'anno per cancro al polmone. Sempre parlando di polmoni, il tabagismo causa bronchite acuta, alla lunga, di bronchite cronica ed enfisema, così come l'incidenza e la gravità di episodi asmatici ed infezioni respiratorie ricorrenti.

Cuore impazzito. Il fumo è la causa principale di infarto e di malattie coronariche in uomini e donne, e si associa al 30% delle morti causate da malattie coronariche. Il fumo aumenta il rischio di aterosclerosi e di infarto miocardico perché favorisce la formazione di placche ostruttive e di trombi. La cardiopatia ischemica è causata dal monossido di carbonio e dalla nicotina, è una delle malattie più frequenti nei paesi progrediti. I fumatori corrono un rischio di ammalarsi che è più del doppio di quello dei non fumatori.

Il fumo e il sesso. Il fumo di sigaretta è un fattore di rischio importantissimo nella disfunzione erettile del pene. Uno studio condotto in Massachusetts ha dimostrato come il fumo di sigaretta aumenti il rischio di impotenza, con un'incidenza tra il 5% e il 15% maggiore rispetto ai non fumatori. Ma il tabacco non ha solo un effetto dannoso a livello vascolare, ma anche un ruolo diretto sul tessuto erettile del pene. L'elasticità del tessuto erettile e quindi la sua capacità di dilatarsi diminuisce nei forti fumatori, che spesso hanno una erezione molto meno duratura.

Più sigarette, più brutte. Anche da un punto di vista estetico il tabagismo ha un'influenza negativa sul corpo. Il fumo, infatti, diminuisce le difese immunitarie nei confronti della placca batterica, determina un ingiallimento della dentina e aumenta il rischio di gengiviti. Inoltre, il fumo accelera l'invecchiamento della pelle e provoca un aumento dell'irsutismo del volto.
Gravidanza a rischio. Fumare durante la gravidanza è un rischio criminale, perché può causare danni permanenti al proprio figlio, nonché provocare aborti spontanei. Una donna incinta che fuma ha un aumentato rischio di aborti di bambini nati morti, e di avere neonati sottopeso. Il fumo durante la gravidanza può causare un ritardo di crescita e di sviluppo mentale oltre che polmonare del bambino.

Cancro, non solo ai polmoni. Il fumo aumenta il rischio di cancro della vescica, del fegato, della laringe, dell'esofago, del pancreas, della bocca. Il fumo è inoltre un fattore di rischio per lo sviluppo e la progressione di un precoce danno renale diabetico (albuminuria) e per il peggioramento della retinopatia nei giovani soggetti diabetici.

Gabriele Donchi

Da non perdere