La casa di Babbo Natale

Rovaniemi, cittadina finlandese situata sul Circolo Polare Artico, è universalmente conosciuta come "la città di Babbo Natale". Qui infatti si trova il Santa Village, che ospita la sua casa e il suo originalissimo laboratorio, mentre l'ufficio postale di Napapijri riceve milioni di letterine indirizzate a Santa Claus provenienti da ogni angolo del mondo.

Una volta varcata la soglia della Casa di Babbo Natale e ottenuto il lasciapassare, si attraversa una sorta di corridoio in cui sono ricostruiti paesaggi che vogliono rappresentare le diverse zone del mondo; qui si trova anche un grandissimo orologio a pendolo che regola il tempo di rotazione terrestre e che la notte fra il 24 e il 25 dicembre Babbo Natale blocca per fermare il tempo e riuscire a volare di città in città, di casa in casa, per portare i doni a tutti i bambini ovunque siano. Seduto su una grande sedia, vestito di bianco e rosso come da tradizione, Babbo Natale accoglie i visitatori salutandoli nella loro lingua (sa esprimersi in undici lingue diverse, italiano compreso) e scambiando quattro chiacchiere con loro, che hanno la possibilità di consegnare direttamente nelle sue mani letterine, disegni e regali. Si scattano le fotografie di rito, e viene girato un video che si può acquistare per rivivere la magia dell'incontro una volta tornati a casa.

A pochi chilometri di distanza si trova anche il Santa Park, una piccola cittadina sotterranea popolata dagli aiutanti di Babbo Natale. Un elfo dal cappello a punta accoglie i visitatori e li invita a salire sul trenino che accompagna grandi e piccini alla scoperta del parco, tra locali, negozi e buffe scene di "vita quotidiana". Tutti vengono reclutati per la Scuola degli Elfi dove, studiando e dimostrando di poter essere buoni aiutanti di Babbo Natale, si può ottenere il Diploma di Elfo di Babbo Natale. In aula, il maestro e le sue assistenti insegnano le tre parole con le quali ogni elfo può compiere magie ("Kiver, Over, Tover!"), i gesti magici che le accompagnano e il ballo degli elfi.

Per stare vicino a tutti i bambini, però, Babbo Natale ha tante altre case sparse in giro per il mondo, e non poteva certo mancare l'Italia. A Rivoli, in Trentino, si trova il Villaggio di Babbo Natale: Babbo Natale aspetta i bambini nella sua casa insieme agli gnomi, poi tutti al Laboratorio per divertirsi con pittura, palloncini, musica e il teatro dei burattini. A Riva del Garda, varcata la soglia di un antico castello, ci si trova in un cortile su cui si affacciano la Cucina di Natalina, che prepara golose merende per Babbo Natale e per gli elfi, la Stanza dei Racconti, l'Ufficio postale e infine l'Officina degli Elfi, il posto più rumoroso e movimentato della casa. Anche sotto il sole delle Marche c'è una Casa di Babbo Natale: si trova a Fermo, all'interno di un vecchio tunnel dove un tempo passava un trenino che univa la costa con la montagna (Porto San Giorgio-Fermo-Amandola).

Erika Centoducati

Da non perdere