Monsters University – I trucchetti per fare tutti i compiti delle vacanze

Monster University - trucchetti per fare tutti i compiti delle vacanze

Scuola, università, in estate è tempo di vacanze ma anche di compiti e di studio per preparare gli esami. Certo, con il caldo, le belle giornate e la voglia di mare non è affatto facile concentrarsi sui libri, ma in qualche modo bisogna fare per arrivare preparati a settembre ed alla ripresa dell'anno scolastico. Anche alla scuola si può associare la parola svago e divertimento, basta vedere cosa succederà in "Monsters University", il film animato che uscirà al cinema il 21 agosto. I protagonisti sono gli "apprendisti spaventatori" Mike Wazowski e James P. Sullivan, detto anche "Sulley" e le loro materie sono decisamente diverse dalle nostre, ma in comune c'è la necessità di affrontarle con serietà, impegno e collaborazione. Come fare al meglio, allora, i compiti della vacanze, preludio del ritorno a scuola del prossimo mese?

PREPARARE LO SPAZIO

Anzitutto si deve organizzare la scrivania dove studiare, con tutto ciò che serve per non doversi alzare ripetutamente dalla sedia, anche come scusa per guadagnare un po' di tempo. Mettiamo da una parte tutti i libri, da un'altra i quaderni e facciamo in modo di togliere tutto ciò che ci può distrarre. I compiti si fanno in un angolo tranquillo, dove nessuno deve disturbare.

STABILIRE IL TEMPO DA DEDICARE ALLO STUDIO

Siamo in vacanza, dobbiamo divertirci, altrimenti che vacanze sarebbero..? Ma sappiamo di dover ipotecare del tempo per lo studio. Dedichiamo allora una parte della nostra giornata ai compiti, non più di una-due ore, magari nelle ore più calde, quelle in cui è meglio stare in casa, dato che fuori si "boccheggia"...

STUDIARE IN COMPAGNIA

Un aiuto per combattere la noia dei compiti d'estate potrebbe essere rappresentato dal farli in compagnia di alcuni amici o compagni di classe. Si legge insieme, se qualcuno non capisce qualcosa gli altri lo aiutano e ci si ripete la lezione a vicenda. Insomma, seguendo il detto "mal comune mezzo gaudio", l'amicizia è utile anche in questi frangenti, proprio come quella di Mike e Sulley in "Monsters University".

BUTTARE GIÙ UN PROGRAMMA

Questo vale soprattutto per i ragazzi più grandi. Suddividiamo il nostro lavoro, decidendo il numero di giorni che servono per poter completare, in maniera adeguata, tutto quello che dobbiamo fare. Darà ordine alla nostra mente e ci permetterà di avere più chiara in testa l'idea di dover riservare del tempo allo studio, poco ma continuativo. Ai più piccoli, invece, basterà decidere insieme ai genitori quante pagine al giorno di compiti si devono fare, tra il libro delle vacanze e quello di lettura.

PER QUALCHE ORA TENIAMO LONTANI PC E SMARTPHONE

Quante ore al giorno i ragazzi passano davanti al pc o al telefonino sui social network? Ecco, togliere un paio di ore al giorno a Facebook e riservarlo allo studio è una buona idea. E in quelle due ore pc e cellulari devono essere rigorsamente lontani (almeno in un'altra stanza, diversa da quella dello studio), per evitare ogni tentazione e distrazione. Come resistere? Semplice, per ogni ora di studio ben concentrato ci si possono concedere 5 minuti (ma non di più) per andare a controllare messaggi e news dei nostri amici. Per i più piccoli vale lo stesso discorso ma in questo caso con la tv, che deve essere rigorosamente spenta quando si fanno i compiti: bisogna mettere la testa solo su libri e quaderni.

QUALCHE SNACK AIUTA

Vale per tutti, bambini e ragazzi del liceo e dell'università. Lo studio richiede concentrazione ed energia mentale da spendere: però fa caldo e la mente tende a pensare al mare e al divertimento. Ecco, durante i vostri compiti per smorzare la vostra tensione concedetevi qualche snack e una bella bibita rinfrescante: vi aiuteranno a mantenere la vostra concentrazione. Ma come si fa a studiare quando il mare e gli amici ci aspettano? Quindi mettiamoci sotto e, appena finito, via per un tuffo al mare o per una bella gita in bicicletta.

Da non perdere