Come ci si lava le mani: cosa fare e cosa evitare


Sicuri di sapere come ci si lava le mani? E' un gesto quotidiano di igiene e civiltà, ma anche un modo rapido e che non richiede molte energie per prevenire il diffondersi di infezioni. Per questo è importante sapere quando lavarsi le mani, come usare i disinfettanti e abituare i bambini a farlo sin da piccoli.

Pulirsi le mani con una certa frequenza
è uno dei migliori modi per evitare di prendersi un malanno e diffondere le malattie. In fondo basta poco: un po' d'acqua e sapone oppure una piccola quantità di detergente a base alcolica, che non necessita di nessun risciacquo. Al id là di quelle che sono le regole del buon senso, la Mayo Clinic, un'organizzazione non-profit di pratica e ricerca medica nota per i suoi altissimi standard qualitativi, ha stilato un vademecum per la pulizia delle mani.

Prima di tutto il "quando"
. Dopo essere entrati in contatto diretto con persone o aver toccato superfici e oggetti di ogni tipo sulle nostre mani si accumula una certa quantità di germi che possono essere trasmessi a zone delicate del nostro corpo semplicemente toccando occhi, naso o bocca. Anche se è impossibile e non ha alcun senso evitare del tutto che ci siano germi sulle proprie mani, lavarsele frequentemente aiuta a limitare il trasferimento di batteri e altri microbi. Perciò è importante pulirsi le mani prima di preparare un pasto o in generale prima di mangiare, prima di medicare una ferita o di toccare una persona malata e prima di mettere o togliere lenti a contatto.

Allo stesso modo ci si dovrebbe lavare dopo aver toccato del cibo specialmente se si tratta di carne cruda o di pollame; dopo essere stati in bagno o aver cambiato un pannolino; dopo aver toccato degli animali o degli oggetti appartenenti a degli animali; dopo essersi soffiati il naso, aver tossito o starnutito; dopo aver medicato una ferita o essere entrati in contatto con una persona malata; dopo aver buttato la spazzatura o essere entrati in contatto con dispositivi chimici o qualsiasi altra cosa sporca che possa essere fonte di infezione. Chiaramente oltre a tutte queste situazioni, non bisogna dimenticarsi di lavare le mani ogni volta che le vediamo sporche!

Come fare? Prima di tutto sarebbe bene usare sempre acqua corrente, insaponare con un sapone liquido o una saponetta, strofinare bene fino a formare della schiuma o comunque per almeno 20 secondi, senza tralasciare il dorso delle mani, i polsi, o gli spazi tra le dita. Dopo aver risciacquato, asciugarsi con un asciugamano pulito o con un getto d'aria e se possibile evitare di toccare direttamente con le mani il rubinetto. È bene sapere che i detergenti antibatterici non sono più efficaci del normale sapone nell'uccidere i batteri e anzi hanno una controindicazione importante. L'uso continuo di questo tipo di disinfettanti infatti può portare alla formazione di tipi di batteri più resistenti.

Un altro modo per pulirsi le mani, soprattutto quando si è in giro o non si ha a disposizione dell'acqua, sono i detergenti a base alcolica o le salviette umide. Un particolare a cui bisogna prestare attenzione però è la percentuale di alcol: per essere efficace deve essere almeno il 60%. Ad ogni modo se le mani sono visibilmente sporche, l'unica cosa da fare è lavarle con acqua e sapone.

Quello che è un metro di civiltà è anche e soprattutto una buona abitudine. Per questo è importante insegnare da subito ai bambini a lavarsi le mani ogni volta che è necessario. Un buon modo per farlo è non soltanto incoraggiarli, ma lavarsele insieme a loro. Per evitare che se la cavino con una veloce sciacquata, un piccolo stratagemma può essere insegnare loro a lavarsi per tutto il tempo che ci vuole a cantare una canzoncina. Se optate per dei detergenti alcolici invece è bene che i bambini aspettino che le mani si siano asciugate del tutto prima di toccare qualcosa. Una buona abitudine è il miglior modo per essere certi che anche lontano da casa e dai vostri occhi, i vostri figli mantengano un comportamento sano. Ciò eviterà di incappare in fastidiosi malanni a loro e di riflesso a tutta la famiglia.

Da non perdere