Scappatella estiva: tutti i numeri

tradimentoVuoi un'estate alla moda? Non devi fare altro che applicare sulle unghie uno smalto di tendenza, gustare un aperitivo in spiaggia e fare una bella scappatella! Proprio così! Il tradimento estivo è ormai diventato un "evergreen" irrinunciabile per molti e molte. Scopriamo perché!

Al di là di quello che la logica morale ci impone di denigrare in pubblica piazza, la maggioranza degli italiani, uomini e donne, tradisce il proprio partner proprio nella bella stagione. I dati sono emersi da un sondaggio condotto sul web dall'Istituto Evoluzione Sessuale, su tremila persone (1500 uomini e 1500 donne tra i 18 e i 50 anni), parlano chiaro!

Tra gli intervistati, ben quattro persone su cinque sono infatti assolutamente convinte che il tradimento sia una prerogativa molto estiva e poco invernale.

Prevenire e curare il tradimento

E' pur vero che, per quanto il tradimento estivo sia ormai un'acclarata tendenza per entrambi i sessi, le motivazioni che inducono all'atto fedifrago, almeno quelle, discostano: gli uomini, stando al sondaggio, lo farebbero prevalentemente per un fattore di attrazione fisica mentre le donne tradiscono solo se il rapporto è in crisi, come dire: "Vado a letto con un altro uomo solo perché non so più sicura del tuo amore per me e non perché mi va di farlo"!

Dopo la sbandata, però, senso di colpa e ragione sembrano prevalere. Il 64% degli intervistati, infatti, ha dichiarato che la scappatella estiva è da considerarsi tradimento vero e proprio (ma va?) e che, quindi, una volta rientrati a casa dalle vacanze galeotte, la questione va affrontata a tavolino.

Tradimento: come capirlo

Sempre dai dati emersi dal sondaggio, le motivazioni che inducono al tradimento sono prevalentemente tre:

Per gli uomini: lontano dagli occhi, lontano dal cuore

Lontano dagli occhi "indiscreti" della propria compagna, in pratica, i cari maschietti vanno dietro ad ogni bikini ben riempito!

Per le donne: coinvolgimento intellettuale

Chi di noi non è si è mai lasciata conquistare in pochi giorni da pettorali e bicipiti da urlo che trasudavano Dannunzio e Wilde?

Per molti: un urlo liberatorio

C'è anche chi sostiene che dopo un anno di lavoro, noiose serate davanti alla tv e routine di coppia a iosa, un piccolo premio ci vuole, no?!

Leggi gli altri articoli di That's Amore

Da non perdere