Perché lui non parla dopo il sesso

sesso_630"Eppur si… muoveva". Questo è quello che pensano molte donne vedendo il loro uomo, pochi secondi dopo l'orgasmo, sprofondare in un silente letargo.

Mancanza di rispetto? Di tatto? Di sensibilità? Niente affatto! Secondo la scienza, l'atteggiamento maschile del sonno dopo l'amplesso è pura necessità fisiologica!

Forse è il momento di smetterla con il tacciare i nostri uomini di egoismo se, dopo aver fatto l'amore, questi non pronunciano parola ma si addormentano quasi istantaneamente tra le braccia di Morfeo.

Le scuse per non fare sesso

Uno studio degli scienziati dell'Inserm (l'Institut National de la Santé et de la Recherche Médicale), afferma infatti che il cervello degli uomini è progettato proprio per "spegnersi" dopo aver fatto sesso, sentendo, appunto, un'incondizionata esigenza di dormire.

Questa ricerca, diretta dal neuroscienziato Serge Stoleruha, ha analizzato gli effetti e l'attività del cervello maschile prima e durante l'orgasmo.

I dati emersi

Gli scienziati hanno scoperto che l'area del cervello maschile deputata al pensiero, subito dopo aver raggiunto l'orgasmo, tende a spegnersi lentamente e, subito dopo, altre due aree, l'amigdala e la corteccia cingolata trasmettono al cervello l'impulso per disattivare il desiderio sessuale. Successivamente, l'organismo maschile secerne alcune sostanze chimiche come l'ossitocina e la serotonina, elementi che inducono automaticamente al sonno.

Scappatella estiva: tutti i numeri

Sulle pagine del Daily Mail, il dottor Stoleruha spiega che "Questi esperimenti ci danno i primi accenni per quanto riguarda ciò che accade nel cervello durante l'orgasmo. Dopo che gli uomini hanno un orgasmo, di solito si verifica un periodo refrattario in cui non possono essere eccitati. Per le donne questo sembra essere diverso. Esse non sembrano avere un periodo di forte repulsione (come l'uomo) e possono essere portate a chiedere di più quando i loro partner vogliono solo un periodo di riposo".


Yahoo! Lifestyle - Il matrimonio in Italia dura 15 anni

Powered by Dailymotion

Da non perdere