Mal di testa durante i rapporti sessuali, cosa fare?

Quando si dice che “il sesso dà alla testa”, non sempre ci si riferisce ad una goliardica metafora ma, bensì, ad una vera e propria patologia. Si chiama cefalea coitale ed è un disturbo che colpisce l’1% della popolazione mondiale, secondo i dati del British Journal of Medical Practitioners. Le vittime principali sono gli uomini, che hanno un rischio triplicato o quadruplicato di ricevere la diagnosi di cefalea coitale rispetto alle loro partner.

Quante calorie si bruciano facendo l’amore?

Si tratta di un dolore acuto, di forte intensità, che parte dalla base del cranio e si estende nella parte anteriore della testa e dietro agli occhi. Come incide il sesso in tutto questo? Incide, purtroppo, per il fatto che questo disturbo si manifesta proprio in prossimità dell'orgasmo. Vi sono anche persone che sperimentano la cefalea coitale poco prima o subito dopo l’orgasmo.

Il vero problema di chi soffre di chiama cefalea coitale è la vergogna che, molto spesso, impedisce ai pazienti di confessare la patologia al proprio medico; la stima di chi soffre di questo disturbo, quindi, è al momento ancora approssimativa. I medici, a tal riguardo, si dichiarano molto preoccupati, in quanto questi tipi di mal di testa potrebbero essere anche segnali di aneurisma, tumore al cervello o ictus.

Sesso: 10 falsi miti da sfatare

Come si tiene a bada il disturbo? Attraverso farmaci come indometacina (Indocin), un anti-infiammatorio non steroideo, propranololo cloridrato (Inderal) e naratriptan (Amerge). Gli esperti suggeriscono di assumerli prima dell'attività sessuale, così che il loro effetto sia più efficace, ovviamente sempre sotto controllo medico.

Leggi gli altri articoli di That's Amore

Da non perdere