Rivitalizzare la pelle a primavera

Dopo i mesi invernali, la pelle risulta spesso opaca e spenta a causa delle aggressioni che freddo e basse temperature, uniti in molti casi agli effetti dello smog, hanno esercitato su di essa. Alcuni accorgimenti permettono però di rivitalizzare la cute, favorendo il naturale ricambio delle cellule e permettendo così di recuperare un viso luminoso.

Il risveglio primaverile della pelle parte innanzitutto da una corretta alimentazione. Si devono preferire frutta e verdura fresche, di fondamentale importanza per assumere sali minerali e vitamine. Sono inoltre da consumare pesce, fibre e cereali. Un'adeguata alimentazione va accompagnata anche da una idratazione regolare, che prevede l'assunzione di almeno due litri e mezzo di liquidi al giorno, di cui un litro e mezzo di acqua e il restante litro di succhi e centrifugati di frutta e verdura.

Molto importante è anche la pulizia quotidiana del viso, da effettuare con prodotti specifici, da scegliere in base alle propria tipologia di cute. Sul fronte dei trattamenti dermo-estetici, si può invece ricorrere al peeling. Si tratta di una particolare terapia, che sfruttando l'azione di determinate sostanze acide (acido glicolico, acido cogico, acido salicilico…) in grado di esfoliare la pelle, riduce gli strati cutanei più superficiali, eliminando le cellule morte che vengono così sostituite da quelle nuove.

Per un risultato ottimale questi accorgimenti vanno infine uniti all'esercizio fisico. Per chi per i motivi più svariati non riesce ad andare in palestra o a svolgere una regolare attività sportiva, è consigliabile passeggiare per almeno tre chilometri al giorno. Camminare rigenera infatti l'organismo, tonifica i tessuti ed è inoltre un ottimo alleato nella lotta contro la cellulite.

*Nota per i lettori: il Professor Di Pietro è laureato in Medicina e Chirurgia e specializzato in Dermatologia. I trattamenti descritti in questo articolo sono pertanto consigliati solo sotto controllo di uno specialista di riferimento.

Leggi tutti gli articoli del blog del Professor Di Pietro su Yahoo! Lifestyle

Da non perdere