I 10 falsi miti della gravidanza

10 falsi miti sulla gravidanzaSe siete mamme o lo state per diventare scommetto che non esiste nulla che vi dia più fastidio delle dicerie delle persone: pare che ciascuno si senta in diritto di sindacare sul vostro «stato interessante» e di esprimersi in merito. Negli anni ho raccolto i più abusati luoghi comuni, i sentito dire, le dicerie: tutte parole in libertà prive di fondamento. Volete sapere quali sono? Ecco il decalogo.

1. Niente sesso in gravidanza. Falso! E ne abbiamo parlato anche qui, sul blog, dell’importanza della sessualità in una gravidanza che proceda normalmente e senza particolari patologie
2. Stai lontana dai gatti! La paura è determinata dal possibile contagio da toxoplasmosi, un virus che, se contratto nelle prime fasi della gravidanza, può essere dannoso o addirittura letale per il feto
3. Mai un goccio d’alcol. Ovviamente, non si deve abusare ma un calice di vino a pasto non fa di certo male al nostro bambino!
4. Dimenticati il caffè. Altro falso mito: conosco donne incinta che bevevano litri di caffè senza alcun problema. Io, personalmente, ho dovuto smettere perché l’aroma troppo forte mi provocava nausee noiosissime, ma non esiste alcuna indicazione scientifica per cui una tazzina di caffè al giorno faccia male a mamma e bambino
5. Non mangiare insaccati, salmone, pesce crudo. Sulla dieta da seguire in gravidanza, meglio consultarsi con il ginecologo di fiducia: di solito è bene escludere pesce crudo e molluschi perché potrebbero non essere lavati bene. Le accortezze valgono se si mangia fuori casa, per puro motivo igienico.
6. Niente aereo. Anche questo è un falso-mito: posto che dopo il settimo mese le compagnie aeree evitano di far salire sui loro veicoli donne incinta per motivi di sicurezza in caso di parto prematuro, nei primi due trimestri si può viaggiare senza problemi
7. Evitare bagni caldi. Secondo i teorici di questa idea, l’acqua troppo calda (o troppo fredda) danneggerebbe il feto, provocando reazioni di fastidio nei bambini. Non è così: se un buon bagno caldo mette di buon umore e reca benessere alla gravida, perché no?
8. Burro di cacao contro le smagliature: anche in questo caso meglio affidarsi ai prodotti consigliati da ginecologi e ostetriche e, se si vuol rimanere sul fronte naturale, direi meglio un bell’olio di mandorla, dall’efficace potere elasticizzante sulla pelle.
9. Devi camminare! Posto che l’esercizio fisico è alla base di ogni buon parto e arrivare in forma in sala parto aiuta a rendere più semplice l’evento, camminare tanto nei giorni precedenti al parto non aiuta di certo il bambino a nascere. Il moto non attiva l’ossitocina, che invece, come abbiamo visto, è l’ormone responsabile dell’inizio del travaglio.
10. Dormi sul lato sinistro. Anche questo è un falso mito: dormire sul ‘lato del cuore’ non è un obbligo, né un modo utile per far star meglio il feto. Ogni donna dovrebbe trovare la posizione a lei più consona per riposare bene durante la gravidanza!

Valentina Granatello

Da non perdere