MasterChef. “Mamma” Bastianich elimina Marika, fuori anche Ivan

Marika - Ivanmarika - ivanI giochi sono ormai fatti: Andrea, Maurizio e Tiziana sono i finalisti della seconda edizione italiana di MasterChef. Prima dell'ultima tappa sono stati eliminati Marika e Ivan che hanno pagato le proprie insicurezze. Una puntata ricchissima, con ospiti importanti e verdetti che hanno rispettato le attese. L'ennesima Mystery Box ha messo alla prova i cinque aspiranti chef rimasti in gara con le cozze. Maurizio vuole preparare "un piatto originale, di alta cucina. Non voglio fare la casalinga disperata", Tiziana vuole andare sul sicuro ma i giudici le fanno cambiare idea in corso, Ivan va in confusione come al solito ma si riprende e va al "ballottaggio" per il piatto migliore con i "soliti" Andrea e Maurizio, che vince, aumentando così la sua già forte autostima. Il tema dell'Invention Test è il successo della cucina casalinga, con un'ospite d'eccezione, Linda Bastianich, la mamma di Joe (si scopre così che il suo nome è Giuseppe), che ha dato lustro alla cucina italiana in America (oltre a essere una grandisisma chef conduce una trasmissione e scrive libri). La scelta è tra tre sue ricette. Maurizio opta per i calamari ripieni con insalata mista cruda e cotta, con l'intento di mettere in difficoltà l'amico Andrea, che non ama il pesce in generale. Andrea però non crede a questa possibilità... ma poi fa marcia indietro ("altro che amico").

MasterChef’ da record, i segreti del suo successo

Un piatto non particolaremente ostico, che però crea qualche problema. Tiziana alla fine è la migliore (avrà anche una lezione gratis al ristorante di Cracco) e riceve i complimenti della signora Bastianich, Ivan invece fa bene ma non basta. A pagare il prezzo più alto è Marika, che deve togliersi il grembiule. Cracco commenta un po' duramente, Marika si ritiene ferita e lo accusa, non in faccia, di maschilismo. Per lei MasterChef finisce qui. Ultima esterna: i superstiti vanno in Toscana, a L'Andana, nella stupenda cornice della tenuta "La Badiola". Altra guest star a cinque stelle, lo chef francese numero uno Alain Ducasse. La prova consiste nel "cucinare in brigata", ovvero cucinare facendo parte di una cucina. A ognuno un piatto da preparare: a Tiziana toccano gli gnocchi, a Ivan la cocotte di verdure, a Maurizio il piccione, ad Andrea un tortino di albicocche. Tutti contenti, sotto l'occhio vigile di Ducasse e dello chef di cucina Omar Agostini. I tempi sono stretti e veloci, la lentezza è un comune denominatore ed alla fine il risultato migliore è quello di Tiziana, che evita così il Pressure Test. Altri complimenti per l'avvocato, questa volta niente meno che da Ducasse.

MasterChef. Daiana eliminata, Ivan salvato da Cracco

Maurizio viene un po' redarguito per aver definito il proprio piatto "perfetto", lo chef francese stenta a credere a tanta presunzione. E ora sotto con il Pressure Test. Cracco presenta una sua insalata di spugne di mare e invita Andrea, Maurizio e Ivan all'assaggio: solo Andrea dice che "fa schifo", e infatti Cracco ammette che è volutamente immangiabile. Tocca ai tre preparare una ricetta perfetta con le spugne di mare. Preparazione non facile, chi ha mai visto e cucinate questo prodotto! Maurizio però non si dà per vinto, si salva e scappa in piccionaia. Al duello vanno Andrea e Ivan che devono rifare i loro piatti peggiori. Andrea è alle prese con i calamari ripieni, Ivan con la crema di fagioli, con soppressa e schie. E' questione di "vita o di morte": i due si migliorano, ma Ivan meno del collega e deve tornare a casa, a un passo dal traguardo. Ringrazia tutti visibilmente commosso, "senza di voi (riferito ai giudici, ndr) non ce l'avrei mai fatta" e lascia ai suoi tre "amici/nemici" l'onore e l'onere della battaglia finale. Il titolo, i 100.000 euro ed il libro di ricette sono a un passo, ma solo per uno di loro.

Leggi gli altri articoli di Yahoo! MasterChef

Credits: Sky

Da non perdere