L’ingrediente segreto che brucia i grassi

I grassi sono l'ossessione di chi vuole dimagrire e di chi tiene molto ad avere un organismo sano, privo dei rischi legati a colesterolo e trigliceridi. Un valido aiuto arriva anche dalla vitamina C che, secondo Natasha Turner, naturopata nordamericana e fondatrice della Clear Medicine Wellness Boutique di Toronto, fornisce un supporto fondamentale nell'operazione di bruciare i grassi. Per la Turner, la dieta deve rispettare il ciclo ormonale e non deve mai affamare chi la segue, “altrimenti è quella sbagliata”, sostiene l'esperta.

Scopri il segreto di Costanza Caracciolo per rimanere in forma


È necessario cambiare il nostro stile di vita e per farlo la Turner indica una strada ben precisa: “è necessario un bel periodo di detox, cercando negli alimenti naturali quelli che contengono sostanze in grado di 'ripulirci', come il magnesio o la vitamina C. Quest'ultima, nello specifico, sarebbe un brucia-grassi naturale e potentissimo, ma poiché ne assumiamo sempre troppo poca abbiamo spesso problemi a contenere la pancetta”.

In forma per l'estate? Scopri il programma di esercizi delle star e i consigli del Personal Trainer su Fit Simo!

Come bruciare i grassi e dimagrire in tre minuti

La vitamina C non è quindi molto utile nel combattere le malattie da raffreddamento, ma svolge anche un ruolo di ben altra natura. “Il suo ruolo chiave sta nel controllare il livello di zucchero nel sangue - sottolinea la dottoressa - Vitamina C e glucosio hanno una struttura chimica molto simile. Quando entrambe sono presenti a un livello elevato, fanno letteralmente a gara per entrare nelle cellule. Se invece il glucosio è prevalente, una minore quantità di vitamina C riuscirà a penetrare nelle cellule creando per queste ultime una vera e propria mancanza”. Insomma, sì alla vitamina C, ma allo stesso tempo dobbiamo verificare e controllare il livello del glucosio nel nostro sangue, obiettivo che si può perseguire con una dieta ipoglicemica.

Come bruciare le calorie? Ecco i consigli per dimagrire

Alcuni studi effettuati negli ultimi mesi hanno dimostrato che assumere 1.000 mg di vitamina C ogni giorno per almeno sei settimane contribuisce a regolare i livelli di zucchero e insulina, trigliceridi e colesterolo. Ma quale fornisce il maggior apporto di questa preziosissima vitamina? Tutti pensano che siano le arance, ma si sbagliano. Il primato spetta all'uva, con 340 mg in 100 gr.). Seguono ribes, kiwi, papaia, fragole e clementine, mentre limoni e arance ne forniscono solo 50mg ogni 100g. Quali sono le principali conseguenza di una presenza minima di questa vitamina nel nostro organismo? Scorbuto, emorragie, rallentamento della cicatrizzazione delle ferite, gengiviti, osteoporosi, aterosclerosi. E nei bambini si ha anche un arresto della crescita. Dunque, buona vitamina C a tutti!

Leggi gli altri articoli di I Feel Good

Da non perdere