Smettere di russare, i rimedi

russareTrascorrere la notte sdraiati accanto ad una persona che russa è un vero supplizio. Non servono scossoni o rumori per indurla a smettere di russare perché tanto, dopo qualche minuto di silenzio, il supplizio ricomincia con gran frustrazione della parte lesa da quel rumore infernale. Dunque, russare è un disagio per tutti, per chi compie l'azione e per chi la subisce. Vediamo insieme quali sono le cause e che provvedimenti prendere per dare tregua alle nostre orecchie almeno di notte!

- Cause
Il russare trova la sua ragion d'essere nel fatto che l'aria non riesce a fluire liberamente attraverso la gola a causa di un restringimento dei passaggi nelle zone posteriori di naso e bocca. I fattori che provocano tale restringimento sono molteplici, vediamoli insieme.

Lingua: il primo fattore ad esporci al rischio di russare è proprio la lingua. Durante il sonno, infatti, può cadere verso la gola tappandola ed impedendo, così, il passaggio dell'aria;

La posizione migliore per dormire

Muscoli della gola: palato molle e ugola, vibrando durante la respirazione, provocano il tipico rumore. In questi casi tale rumore tende a peggiorare se si assumono alcolici e se si esagera con i carboidrati, le calorie ed i grassi;

Grasso corporeo: ingrassare fa male alla salute ma anche alla qualità del nostro sonno. Se, infatti, il grasso corporeo aumenta si deposita nel collo e nella gola ostruendo le vie aeree e causando la diminuzione del diametro delle stesse;

Sedativi: A quanto pare, l'assunzione di sonniferi e sedativi può causare il russare;

Naso chiuso: E' ben noto a tutti che il raffreddore è una delle cause più frequenti del russare.

10 regole per dormire bene

- Rimedi
Russare non è da considerarsi come una malattia ma è un fattore da non sottovalutare perché una cattiva respirazione può avere delle ripercussioni sulla pressione arteriosa in quanto si incamera una maggiore quantità di anidride carbonica nel sangue. Ecco perché chi soffre di disturbi del sonno dovrebbe sottoporsi innanzitutto ad una polissonnografia, cioè un esame in grado di rilevare la presenza di apnee notturne. Questo esame misura la frequenza ed il ritmo cardiaco, il rumore prodotto durante il sonno, il flusso dell'aria che passa attraverso bocca e naso, l'ossigeno che arriva al sangue, la posizione corporea ed eventuali interruzioni respiratorie durante il sonno.

Per favorire un buon riposo notturno, allora, bisogna:
dimagrire se siamo in sovrappeso, perché, come abbiamo appena imparato, il grasso corporeo è una delle cause principali del russare;
non esagerare con l'assunzione di gli alcolici;
evitare sedativitisane e camomille;
non dormire supini ma sul fianco, tenendo la testa sollevata con dei cuscini per ridurre l'ostruzione delle vie aeree;
se si è raffreddati o allergici, avere l'accortezza di usare spray decongestionanti prima di andare a dormire;
utilizzare cerotti nasali che servono a dilatare le narici e favoriscono un buon flusso dell'aria.

Credits: Fotolia

Guarda i video tutorial di Yahoo! Lifestyle

Da non perdere