Influenza: come riconoscere i sintomi

Prime piogge, sbalzi di temperature, cambio di stagione. E primi, inevitabili, starnuti. L'autunno porta con sé l'influenza e i primi sintomi di malessere da raffreddamento tipici della stagione.

I sintomi sono piuttosto noti: di solito l'influenza insorge all'improvviso, senza particolari segni premonitori. Si comincia a provare un senso di affaticamento e di malessere diffuso, spesso con dolori articolari alle gambe e alle braccia. Dopo un periodo di incubazione, che può durare da 1 a 3 giorni, arrivano i primi disturbi che ci fanno capire che siamo 'vittime' dell'influenza stagionale. Di solito il virus esordisce con la comparsa di febbre, anche elevata (39°-40° gradi), brividi, sensazione di freddo e quella tipica sensazione di ossa dolenti che tutti conosciamo.

Le interazioni tra farmaci e alimenti

Tra gli altri tipici sintomi dell'influenza, anche un persistente mal di testa (o cerchio alla testa) e il fastidio per la luce molto intensa, che i medici chiamano fotofobia: non a caso, quando ci si sente influenzati, si preferisce mettersi a letto, a luce spenta o soffusa.
Se questi sono i sintomi più comuni dell'influenza di stagione, che ha il suo picco nei mesi più freddi nell'inverno e colpisce in forma più massiccia i bambini, gli anziani o i soggetti immunodepressi, per affrontare l'influenza e prevenirne i danni è possibile prepararsi in modo 'dolce', utilizzando efficacemente rimedi naturali che agiscono non solo nei confronti del mutevole virus influenzale ma anche di tutte le malattie da raffreddamento tipiche della stagione.

Per le terapie preventive valgono i consigli di sempre: no al fai-da-te, ma sempre rivolgersi a un omeopata e medico di fiducia. Possono tornre utili anche alcuni innocui 'rimedi della nonna', per dare al corpo un senso di sollievo dal malessere, come gli impacchi o i cataplasmi.

I 5 antibiotici naturali

Meglio invece evitare di improvvisare sul fronte della dieta, per non cadere vittima di 'falsi miti'. Si eviterà così di incappare in errori frequenti, come quelli di usare molte bevande multivitaminiche o abbondare con il miele contro il mal di gola.

Secondo gli esperti, la dieta ideale per prevenire e accompagnare la guarigione dall'influenza è molto semplice: bisogna bere molti liquidi, favorire alimenti semplici (meglio un giorno alla settimana di 'dieta di pulizia' senza i cibi più comuni e sofisticati) e assumere pochi latticini che in genere favoriscono la produzione di catarro.

Francesca Amè

Da non perdere