Calcolo giorni fertili per (non) rimanere incinta

Calcolo-giorni-fertiliCome si calcolano i giorni fertili e quelli non fertili? Se stai vivendo una bella e stabile storia d'amore ma ancora non ti senti pronta a diventare mamma, oltre alle classiche precauzioni da usare in questi casi calcolare i tuoi giorni fertili e quelli non fertili, per evitare di rimanere incinta, è una cosa fondamentale.

Vediamo insieme i vari metodi del calcolo dei giorni fertili e non fertili.

Sia chiaro che non è stato ancora realizzato un metodo impeccabile per il calcolo dei giorni fertili e non fertili: gli anticoncezionali per eccellenza (pillola e preservativo) sono ancora la migliore arma a disposizione di chi non si sente pronto a diventare genitore.

Il metodo Billings
Osservando il muco vaginale è possibile calcolare i giorni fertili e quelli non fertili. Il Metodo Billings aiuta ad individuare, durante l'ovulazione, nel corpo della donna, il muco vaginale che diventa più fluido e riconoscibile per facilitare l'ascesa degli spermatozoi verso l'ovulo e per favorire quindi il concepimento. Secondo questo metodo, l'ultimo giorno di muco liquido e filante è quello di massima fertilità e quindi, nel nostro caso, meno indicato per avere rapporti. Questo metodo è indicato in particolar modo per le donne soggette a ciclo irregolare e a quelle che hanno appena interrotto l'assunzione della pillola anticoncezionale.

I 3 contraccettivi più usati in estate

Il metodo Jones
Secondo questo metodo nella donna esiste un ciclo riproduttivo del tutto indipendente da quello mestruale e che viene direttamente influenzato dalla luna. Nel corso di ogni mese, quindi, ci sono giorni potenzialmente molto fertili e giorni non fertili. Questo metodo prevede il calcolo dell'angolo tra il sole e la luna al momento della nascita della donna. Per ottenere questo i dati che occorrono sono: città natale, ora e giorno di nascita. Con questo calcolo si potranno conoscere i giorni in cui la luna e il sole si troveranno nello stesso identico angolo della nascita. Proprio in questi giorni la donna sarà al massimo della sua fertilità e, di conseguenza, anche i giorni in cui si è poco fertili.

Metodo Ogino-Knaus
Quello di Ogino-Knaus è un metodo anticoncezionale naturale. Questo, mediante un puro calcolo statistico, determina i giorni fertili di una donna con ciclo regolare, dando la possibilità di gestire i rapporti sessuali in modo da diminuire le probabilità di rimanere incinta. Secondo questo metodo, in un ciclo mestruale regolare di 28 giorni, la mestruazione avviene circa al 14º giorno dopo l'ovulazione. L'ovulo vive dalle 12 alle 24 ore, gli spermatozoi, invece, fino a 4 giorni. Calcolando tutto ciò, quindi, il periodo potenzialmente fertile è compreso tra il 7º e il 18º giorno del ciclo. Questo metodo è indicato in particolar modo per le donne soggette a ciclo regolare.

Niente preservativo? Usiamo la Coca-Cola

Temperatura basale
Misurare la temperatura del proprio corpo è anche un metodo di calcolo dei giorni fertili e non fertili. La temperatura è infatti modulata dal progesterone, ormone prodotto dal corpo luteo, che fa in modo che la temperatura aumenti dopo l'ovulazione per rendere l'utero accogliente all'ipotetico embrione. Secondo questo metodo, è probabile che i giorni fertili siano quelli in cui i valori della temperatura basale sono più elevati di 0,2 - 0,5 gradi rispetto ai sei giorni precedenti. Facciamo attenzione: l'aumento della temperatura corporea può essere anche sintomi di altri malesseri come lo stress, le cattiva alimentazione e la mancanza di sonno.

Leggi gli altri articoli di I Feel Good

Da non perdere