• Cuore, la salute passa per i cibi rossi

    Ci sono dei cibi che fanno bene al nostro cuore? Certo che sì: lo conferma il Physicians Committee for Responsible Medicine (il Comitato Medico per la medicina responsabile) secondo cui le abitudini alimentari e gli stili di vita giocano un ruolo fondamentale nell'aumentare o nel ridurre il rischio di malattie cardiache. Ebbene, in occasione dell'iniziativa statunitense "Eat RED for American Heart Month" (il "Mese del Cuore"), gli esperti suggeriscono una lista di cibi "rossi" che ci aiuteranno a mantenere il cuore in salute. Ecco quali sono!

    AMARENE – VITAMINA A
    Un frutto decisamente benefico grazie all'elevato contenuto di vitamina A: una tazza di amarene al giorno apporterà al nostro organismo il 39% del fabbisogno giornaliero di vitamina A. Dunque, a primavera inoltrata, non lasciamocele sfuggire!

    POMODORI - LICOPENE
    I pomodori contengono elevate quantità di licopene, un efficace antiossidante che, oltre all'attività di prevenzione dei tumori, contribuisce anche a proteggere cuore e

    Continua »di Cuore, la salute passa per i cibi rossi
  • L'allergia alle arachidi è un problema diffuso, che rischia di aumentare con il passare del tempo e che colpisce circa 1 soggetto su 200, a volte con effetti lievi (reazioni cutanee, prurito e formicolio, problemi di digestione, naso che cola), altre, invece, con effetti decisamente più devastanti, come ad esempio uno shock anafilattico (costrizione delle vie aeree, gonfiore alla gola, calo della pressione arteriosa, vertigini, stordimento o perdita di coscienza). Questo tipo di intolleranza si verifica quando il sistema immunitario identifica le proteine ​​delle arachidi come un elemento potenzialmente dannoso all'organismo. Ebbene, da oggi la scienza sembra aver trovato una soluzione...

    MANGIARE ARACHIDI SIN DA BAMBINI
    Potrebbe apparire desueto, eppure il messaggio che arriva dai ricercatori del King's College di Londra e dal National Institute of Allergy and Infectious Diseases è estremamente chiaro: per prevenire le allergie da arachidi basta semplicemente mangiarne sin da piccoli.

    Continua »di Allergia alle arachidi, ecco come prevenirla
  • Spesso delle piccole abitudini diventano vere e proprie tendenze. È il caso dell'acqua e limone, di cui medici ed esperti decantano, soprattutto in questi ultimi anni, numerose doti: favorisce la digestione, aiuta ad "alcalinizzare" il corpo e aumenta le nostre difese immunitarie. Ma può un semplice gesto raccogliere tutte queste doti?

    QUANDO È INIZIATO IL "TREND"
    Celebrità del calibro di Beyoncé e Martha Stewart hanno elogiato questo agrume, che è poi diventato anche un "pilastro" per molti esperti di salute. Le ragioni della sua popolarità? È una delle poche "tendenze wellness" alla quale tutti possono partecipare...

    LA SCIENZA: IL LIMONE AIUTA IL CORPO
    L'acido presente nel succo di limone "lavora con il corpo per nutrire e migliorare il suo corretto funzionamento" spiega a Yahoo! Roxanne Sukol, specialista in medicina preventiva presso il Wellness Institute di Cleveland (Ohio, Stati Uniti). "Bevendo acqua e limone si dà al nostro corpo più tempo per elaborare i nutrienti presenti

    Continua »di Acqua e limone per digerire, utile o dannosa?
  • Le proteine rappresentano un elemento essenziale per il nostro corpo, in particolare per costruire e riparare i tessuti. Inoltre, rispetto ai carboidrati richiedono più tempo per essere digerite, saziano di più e aiutano a mantenere un corretto peso. Ma se pensate che le proteine si trovino solamente in prodotti animali (carne, latticini e pesce), vi sbagliate di grosso: molte fonti di origine vegetale contengono quantità ottimali di proteine... Date un'occhiata, dunque, a queste deliziose alternative, tutte ricche di proteine vegetali!

    QUINOA
    La Quinoa è un alimento particolarmente dotato di proprietà nutritive: contiene tutti gli amminoacidi essenziali di cui il nostro corpo ha bisogno, è ricco di fibre, ferro e magnesio. Come consumarne di più? Basterà aggiungerla al chili vegetariano, oppure servirla con frutta, noci ed un po' di miele, o consumarla al mattino, con un po' di sciroppo d'acero puro.

    SEMI DI GIRASOLE
    Si tratta di un vero e proprio spuntino energetico naturale, ricco di

    Continua »di 10 modi per assumere proteine senza mangiare carne
  • Alzi la mano chi ha un tatuaggio e, almeno una volta, non si è chiesto cosa comportasse cancellarlo in modo definitivo, senza lasciare segni sulla pelle e senza soffrire troppo. Bene, da oggi dite addio alle costose (e dolorose) sedute laser: una ricerca condotta dall'Università canadese Dalhousie di Halifax e coordinata da Alec Falknham ha scoperto una rivoluzionaria crema in grado di cancellare i tatuaggi, facilitando l'espulsione dell'inchiostro dall'organismo.

    IL MECCANISMO CELLULARE
    I tatuaggi restano visibili sulla pelle per un meccanismo di "difesa" del sistema immunitario. Se, infatti, una sostanza "estranea" viene introdotta nel nostro organismo, si innesca la risposta immunitaria: le cellule avvolgono l'elemento estraneo e lo eliminano attraverso il sistema linfatico. Ma se l'inchiostro è presente in grandi quantità, le cellule non riescono a trasportarlo all'esterno e, quindi, incapsulano la sostanza, restano "sul posto" e si "addormentano", bloccandola. Ecco dunque come

    Continua »di Tatuaggi, arriva la crema low cost per cancellarli
  • Probabilmente non avete mai dato troppa importanza alla carta igienica. Eppure, secondo gli esperti, non è sempre così innocua come può sembrare: anche se molto soffice, può irritare le parti intime. Potrebbe sembrare una leggenda metropolitana, ma "non è affatto raro che la carta igienica possa creare dei micro-tagli", afferma Marc Leavey, medico internista al Mercy Medical Center di Baltimora.

    ABRASIONI, MICRO-TAGLI ED INFEZIONI
    In commercio esiste una grande varietà di carta igienica. Ebbene, alcune tipologie (solitamente le più economiche) tendono a volte ad agire come vera e propria "carta vetrata" sulla pelle delle parti intime. Anche la carta igienica ecologica può rappresentare un problema: durante la lavorazione le fibre vengono rimosse dalla pasta di carta originale, riducendone la morbidezza. Inoltre la carta igienica ruvida è particolarmente comune in uffici, ristoranti o bagni pubblici: le fibre "grossolane" presenti nel tessuto potrebbero dunque creare irritazioni e, in

    Continua »di Tutti i pericoli della carta igienica: irritazioni, micro-tagli e infezioni
  • Tensioni, incertezze, fobie, apprensioni e stati d'ansia, oltre a rovinare la qualità della vita, rischiano di accelerare i segni d'invecchiamento fino a 5 anni prima del tempo reale. È quanto emerso da uno studio, pubblicato sulla rivista British Journal of Psychiatry, che ha messo in relazione l'ansia con il tanto temuto processo di invecchiamento...

    LA RICERCA SUI TELOMERI
    La ricerca ha svelato che l'ansia, nelle sue forme più disparate, influenza il processo di invecchiamento andando ad "erodere" i telomeri, ovvero le sequenze di dna che preservano le informazioni genetiche. I ricercatori hanno così preso in esame oltre 2.300 persone, misurando la lunghezza dei loro telomeri dopo una semplice analisi del sangue e classificando i partecipanti in base ad età, stile di vita e presenza di disturbi psicologici (presenti o pregressi).

    TUTTA COLPA DEGLI ORMONI DELLO STRESS
    Ebbene, in tutti coloro che soffrivano di stati d'ansia (attacchi di panico, agorafobia, fobia sociale, disturbo d’ansia

    Continua »di L'ansia fa invecchiare con 5 anni di anticipo
  • Davanti ad una partita di calcio in tv con gli amici, accompagnata da un buon film in famiglia o per una festa di compleanno, la pizza è davvero un piatto ideale e unico. E, se c'è una cosa che può davvero regalare tanta soddisfazione, è fare la pizza in casa... Tutti, almeno una volta nella vita, ci hanno provato o ci proveranno! La voglia c'è, gli ingredienti anche, della fame non ne parliamo nemmeno... Cosa manca? Semplice, evitare gli errori più comuni ed ottenere una pizza perfetta!

    Leggi anche: Pizza a dieta? Ecco quale scegliere e quali evitare

    UNA FARINA NON CORRETTA
    Per ottenere una pizza perfetta sarà estremamente importante scegliere bene il tipo di farina, che non dovrà mai essere né troppo morbida (altrimenti l'impasto si "bucherà"), né troppo dura (in questo caso la pizza risulterà gommosa e difficile da digerire). Meglio preferire una media misura, con un contenuto di proteine tra i 10 e i 12 grammi.

    UNIRE LIEVITO E SALE
    Lievito e sale non devono mai toccarsi: il sale rovina

    Continua »di Pizza, gli 8 errori da non commettere mai
  • La pasta che non fa ingrassare

    Negli ultimi anni, per esigenze e scelte di mercato, sono nati sempre più tipi di pasta, dalle forme più particolari alle farine più diverse: basti pensare alla pasta a base di farina integrale, a quella a base di farro o a quella "gluten free". Da oggi, però, per gli amanti della pasta c'è un'ulteriore novità: a breve, infatti, sarà lanciata sul mercato la pasta a base di farina di fagiolo (senza glutine, dunque), che non scuoce e non fa ingrassare.

    FONTI ALTERNATIVE DI AMIDO
    Solitamente, infatti, i prodotti della dieta senza glutine che contengono amido (pane, pasta e prodotti da forno) causano aumento di peso e, a lungo andare, possono portare allo sviluppo di disturbi del metabolismo. Sono queste, dunque, le motivazioni che hanno portato un team di studiosi dell'Università Cattolica di Piacenza alla creazione di fonti alternative di amido, con un più basso indice glicemico  e un assorbimento più lento.

    Leggi anche: La dieta della pasta? Funziona così!

    LA FARINA DI DIVERSI FAGIOLI
    I

    Continua »di La pasta che non fa ingrassare
  • Brutte notizie per gli appassionati di miele: la produzione nostrana di miele di acacia, castagno, di agrumi e millefiori è praticamente dimezzata. Le cause sono da attribuire al clima, ai furti e ad un nuovo "insetto killer" delle api: si tratta di un coleottero e si nutre di polline e miele, rendendo inutilizzabile tutto ciò che lascia. Queste problematiche hanno dato il via ad un crollo dei raccolti nazionali (-50 per cento) e hanno altresì costretto l'Italia ad aumentare del 17% le importazioni dall’estero. Il risultato? Due barattoli di miele su tre che troviamo in negozi e supermercati contengono un prodotto straniero...

    IL KILLER DELLE API
    Oltre a produrre miele, le api sono fondamentali al mantenimento dell’equilibrio ecologico e, se malauguratamente diminuissero in modo drastico o si estinguessero, sarebbe un vero e proprio disastro anche per l’agricoltura. Ecco spiegato perché gli apicoltori italiani (in particolare di Sicilia e Calabria, le prime due regioni ad esserne state

    Continua »di Miele, produzione italiana dimezzata a causa di insetti killer e furti

Impaginazione

(842 articoli)

Da non perdere