Su Vogue Russia esagerano con il Photoshop!

Questa volta la vittima del fotoritocco esagerato è la bellissima top model Natasha Poly sulla copertina di Agosto di Vogue Russia.

Le riviste di moda non sono nuove a questo genere di cose ma pare che questa volta l'errore, oltre che visibile perché in copertina, sia davvero grave. Non notate nulla di strano? Natasha posa disinvolta davanti l'obiettivo mostrando l'orecchino di diamanti ma la mano che incornicia il viso, sembra non essere supportata da nulla che assomigli ad un braccio. Incredibile non trovate? Alla Poly hanno amputato braccio e gomito in un click.

cover_vogue_russia_natasha_polyFashion Y!con

Sarebbe dovuto apparire da qualche parte tra la "V" e la "O" di "Vogue" ma, dell'arto della modella, nemmeno l'ombra.

La rivista di Agosto non è ancora nelle edicole che già si (s)parla della sua copertina.

A volte sembra che fotografi e riviste commettano questi "piccoli" errori per farsi pubblicità e per far chiacchierare il mondo dei fashionisti. Infatti non è la  prima volta che la rivista russa viene messa al centro dell'attenzione per fotoritocchi esagerati...

Nel numero di Novembre 2011 la vittima fu Adam Levine, il cantante della band Maroon 5. Nella foto posava insieme alla sua fidanzata, nonché splendido angelo di Victoria's Secret, abbracciando le gambe di lei rapito dal suo fascino. vogue_russia_adam_levine_2011Fashion Y!conAdam però appariva strano, dimezzato direi. Il busto, come potete vedere voi stessi dall'immagine, appare mancante della parte destra.

Mentre per il caso di Natasha Poly posso capire la scelta di voler far apparire chiaro e tondo il nome della rivista che, forse per i colori, sarebbe risaltata poco sopra la manica dell'abito bordeaux ma, in questo caso mi sfugge del tutto la possibile motivazione che li abbia spinti a cancellare parte di un (così bel) busto maschile.

Voi che ne pensate? Ha senso utilizzare il fotoritocco per foto come queste in cui da ritoccare non ci sarebbe praticamente nulla? Non avrebbe più senso studiare meglio ogni singolo scatto invece di dare per buone foto che di certo avranno bisogno di "qualche" ritocchino?

Leggi anche: