Il seno più bello della storia? È quello di Marilyn

Se con quelle curve mozzafiato Marilyn Monroe aveva fatto perdere la testa anche ad un presidente (senza dimenticare una leggenda del baseball e svariate celebrità), non può certo stupire che, cinquant'anni dopo la sua morte, la bionda attrice continui a dominare le classifiche di bellezza stilate per i motivi più disparati.

>>Marilyn Monroe: i film, il look, lo stile...

In questo caso, parliamo del miglior decolleté di tutti i tempi, riconoscimento che mille clienti della catena di negozi inglese Debenhams hanno attribuito proprio alla Monroe, preferita alla presentatrice Holly Willoughby, altra maggiorata ma di epoca più recente (i maligni l'hanno soprannominata Holly Willoughbooby, giocando proprio sulla sua maxi scollatura, generosamente mostrata in tv) e soprattutto all'assai meno pettoruta Liz Hurley.

>>In viaggio nei luoghi dei film di Marilyn

Ma la conferma che la carta d'identità conta fino ad un certo punto la troviamo alla posizione numero cinque, dominata da Sophia Loren che, sebbene i 77 anni suonati, ha sbaragliato concorrenti più giovani come la conturbante Scarlett Johansson o la pin-up Christina Hendricks (rispettivamente sesta e settima) grazie alle sue curve ancora da urlo e tutte naturali (o almeno così lei dice).

>>Come avere (e mantenere) un seno perfetto

«Non è certo una sorpresa che Marilyn sia finita prima in classifica - ha spiegato Sharon Webb, responsabile lingerie della catena di negozi, presentando al Daily Mail il sondaggio, commissionato per il lancio della linea Gorgeous dedicata alle donne dal seno abbondante - perché lei sapeva quale reggiseno indossare per sentirsi a posto e quanto decolleté mostrare».

>>Tribute to Marilyn: una mostra a Milano

Questa comunque la top-10 completa:

1- Marilyn Monroe

2- Holly Willoughby

3- Liz Hurley

4- Kelly Brook

5- Sophia Loren

>>Sfoglia la photogallery delle 10 classificate

6- Scarlett Johansson

7- Christina Hendricks

8- Beyoncè

9- Kim Kardashian

10- Dita Von Teese

(a cura di Simona Marchetti)

Da non perdere