Post sul blog di LaRedazione.org

  • Uova, quelle più sane hanno il tuorlo arancione

    Come riconoscere le uova migliori? Semplice: secondo la dottoressa Hilary Shallo Thesmar, direttore dei programmi di sicurezza alimentare per l'Egg Nutrition Center (ENC), se il tuorlo dell'uovo è giallo indica che probabilmente le galline sono state allevate con mangimi economici. Se invece il tuorlo è di colore arancione scuro, si tratta di un uovo prodotto da galline ruspanti. L'ENC, tuttavia, ha anche precisato che "le uova da allevamento non differiscono dalle uova ruspanti in termini di valore nutritivo o livello di colesterolo".

    LE GALLINE RUSPANTI ASSUMONO PIÙ PIGMENTI
    Secondo l'esperta, infatti, il colore del tuorlo "risentirebbe" dei pigmenti presenti in ciò che le galline mangiano, in particolare del betacarotene: "Le galline ruspanti hanno la possibilità di mangiare cibi più riccamente pigmentati e questi pigmenti vengono poi trasferiti al tuorlo". Ecco allora un utile indizio per riconoscere la provenienza e la freschezza delle uova...

    Leggi anche: Quanto durano i cibi in

    Continua »di Uova, quelle più sane hanno il tuorlo arancione
  • Di cosa è fatto il nostro corpo

    Tutti sappiamo che il nostro corpo funziona grazie ad una enorme quantità di elementi e di processi diversi, tutti perfettamente sincronizzati tra di loro. Ma quanti di noi conoscono i "numeri" nel dettaglio? Oggi vi sveliamo allora alcune curiosità: ad esempio, nel nostro corpo ci sono abbastanza batteri da riempire una scodella grande da minestra. E che dire dell'acqua: costituisce il 60% del nostro corpo e corrisponde ad oltre 40 litri... Non siete curiosi, dunque, di sapere di cos'altro siamo composti? Allora guardate il video e scoprite quanti litri di sangue, quanti chili di batteri o quante saliere piene di sodio costituiscono il contenuto dei nostri 22 metri quadrati di pelle!

     

    Continua »di Di cosa è fatto il nostro corpo
  • La pizza napoletana candidata come Patrimonio dell'Umanità

    È ufficiale, la pizza napoletana è stata scelta dalla Commissione Italiana per l'Unesco come unica candidata nazionale per questo periodo ad entrare nel Patrimonio Immateriale dell'Umanità. Per la precisione, a concorrere per ottenere il prestigioso riconoscimento sarà "l'Arte dei pizzaiuoli napoletani" che, si spera, andrà ad aggiungersi ad altre 6 particolarità del nostro Paese che già fanno parte del patrimonio Unesco: la dieta mediterranea, la vite ad alberello di Pantelleria, l’opera dei Pupi, il canto a tenore, le macchine votive a spalla e l’arte del violino a Cremona.

    LE VALUTAZIONI DEI 160 STATI PARTECIPANTI FINO A 15 NOVEMBRE 2016
    La candidatura da parte della Commissione Nazionale rientra in un "negoziato planetario" che coinvolge oltre 160 Stati ed il cui dossier sarà ufficialmente presentato alla sede dell’Unesco lunedì 30 marzo. I valutatori indipendenti dell’Unesco, chiamati ad esaminare le proposte e decidere se e quali promuovere, avranno tempo fino al 15 novembre 2016.

    Continua »di La pizza napoletana candidata come Patrimonio dell'Umanità
  • Occhi, un laser per trasformarli da marroni ad azzurri

    Siete stufi del colore dei vostri occhi? Bene, sappiate che da oggi sarà possibile cambiarne il colore. Ma attenzione: la tecnica prevede l'utilizzo del laser, un fattore che potrebbe creare alcuni rischi per la salute, incluso un aumento della pressione del bulbo oculare o un possibile glaucoma...

    DA MARRONI AD AZZURRI CON 5MILA DOLLARI
    Considerato che solamente il 17% della popolazione mondiale ha gli occhi azzurri, è facile intuire la richiesta che questo tipo di intervento potrebbe avere: al costo di 5mila dollari (circa 4mila e 700 euro) sarà difatti possibile trasformare le comuni iridi marroni in azzurre. Una procedura (perfezionata dalla Stroma Medical, un'azienda californiana) che si avvale dell'uso di un laser ma che, nonostante sia già stata utilizzata in diversi paesi, non ha attualmente ancora ottenuto l'autorizzazione dal comitato scientifico americano.

    Leggi anche: Salute degli occhi, non trascuriamola

    LA TECNICA
    Negli occhi scuri la melanina presente nello strato più

    Continua »di Occhi, un laser per trasformarli da marroni ad azzurri
  • New York, negli asili addio a sedentarietà, tv e succhi di frutta

    Come insegnare la "cultura della salute" a piccoli e piccolissimi? Le autorità di New York hanno una ricetta: si tratta di una serie di misure restrittive volte a salvaguardare i bambini che ogni giorno trascorrono buona parte della loro giornata in asili e asili nido. Che si tratti di limitare le attività sedentarie, alcuni cibi o la tv, ecco le le linee guida tracciate dalle strutture federali per contrastare il fenomeno dell'obesità giovanile!

    MENO SEDENTARIETÀ
    Fino ad oggi il limite per tutte le attività sedentarie era di 60 minuti ma le autorità lo hanno considerato un tempo troppo lungo e, soprattutto, incline a favorire ozio e aumento di peso. Ecco allora che i minuti scendono a 30 per le abitudini che rientrano in questa categoria, come ad esempio stare seduti ai banchi o ai tavolini di scuola. Diverso discorso viene invece fatto nel caso del pisolino pomeridiano, del tempo dedicato alla lettura, al disegno o alla composizione di puzzle. E la Tv? Davanti al tubo catodico si potrà

    Continua »di New York, negli asili addio a sedentarietà, tv e succhi di frutta
  • Gli alimenti da evitare quando hai la febbre

    Sappiamo tutti che, quando si ha l'influenza, il più delle volte la fame passa e lo stomaco si chiude, rendendo impossibile inghiottire alcunché. Eppure mangiare sano quando si è influenzati è fondamentale: un alimento sbagliato o un digiuno prolungato potrebbero allungare i tempi di guarigione o addirittura aggravare i sintomi della malattia. Ecco allora un elenco di alimenti selezionati da un trio di esperti per il sito Daily Meal che andrebbero assolutamente evitati quando abbiamo l'influenza!

    CAFFEINA E TEINA
    Caffeina e teina favoriscono la disidratazione: un motivo in più per evitare caffè, tè e bevande stimolanti. Piuttosto, meglio una tisana calmante o dell'acqua calda con limone e zenzero fresco.

    SUCCHI DI FRUTTA INDUSTRIALI
    Gli zuccheri, in particolare nei casi di raffreddore ed influenza, danneggiano il sistema immunitario e rallentano l’azione dei globuli bianchi, che dovrebbero invece combattere l’infiammazione. Dite addio, dunque, ai succhi di frutta confezionati

    Continua »di Gli alimenti da evitare quando hai la febbre
  • 8 cose che non si devono nascondere al proprio medico

    La speranza è di essere sempre in buona salute, ma avere "contatti limitati" con un medico potrebbe farci correre il rischio di sottovalutare alcuni problemi che, con il tempo, possono mettere a rischio la nostra salute generale. Bene, la prossima volta che ci troveremo davanti al nostro medico di fiducia, spendiamo quei preziosi minuti per raccontare tutto il possibile, anche cose che potrebbero apparentemente sembrare un po' sciocche, imbarazzanti o d'importanza minore. Ecco allora di cosa dovremo assolutamente discutere durante il nostro prossimo appuntamento!

    NEI, VERRUCHE O ACNE
    Il medico potrebbe scrivere una ricetta o prescriverci un trattamento per un'infezione. Ma potrebbe anche decidere che il neo vada rimosso subito e potrebbe rimuoverlo sul momento. Il nostro compito rimane quello di andare a farci dare un'occhiata...

    UN INFORTUNIO SPORTIVO
    È importante imparare ad ascoltare il proprio corpo e capire quando qualcosa non va. Una caviglia slogata o un'infiammazione della tibia

    Continua »di 8 cose che non si devono nascondere al proprio medico
  • Ora legale, tutti i rischi per la salute

    L'ora legale arriverà in Italia il prossimo fine settimana, più precisamente nella notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo, alle ore 02.00, e rimarrà in vigore fino a domenica 25 ottobre 2015. Un cambio che potremmo definire normale, vista l'abitudine che abbiamo ormai sviluppato, ma che, invece, per alcune categorie di persone rischia di avere delle conseguenze sulla salute...

    3600 SECONDI PERICOLOSI PER ALCUNI
    Sebbene si tratti "solo" di 3600 secondi, la reazione del nostro corpo ad uno sfasamento tra il ritmo circadiano (l'orologio biologico interno) e l’orario sociale esterno possono creare diversi disturbi: il nostro orologio biologico scandisce difatti la fame, la temperatura corporea, la rigenerazione cellulare e la produzione di ormoni ed una sua alterazione può portare ad obesità, alterazioni del sonno, stanchezza e difficoltà di concentrazione, stress psicologico e cardiovascolare, depressione e disturbi affettivi stagionali.

    PIÙ INCIDENTI
    Secondo un'analisi statunitense sui

    Continua »di Ora legale, tutti i rischi per la salute
  • Perché correre sul tapis roulant è più faticoso

    Molti runner se ne saranno accorti in più occasioni: in particolare in inverno, a causa del maltempo, spesso si è costretti a correre sul tapis roulant. In questo caso la sessione risulta essere molto più faticosa rispetto a quella fatta all'aria aperta, nonostante si mantengano gli stessi intervalli di tempo e la stessa andatura. Com'è possibile? Semplice, sul tapis roulant manca un naturale movimento del corpo che può essere riprodotto solo correndo sul terreno...

    IL FATTORE "MONOTONIA"
    Anzitutto il fattore monotonia: un allenamento al chiuso risulta oggettivamente più noioso, più faticoso e meno soddisfacente. Al contrario, correre all'aperto permette di veder variare l'ambiente circostante, la superficie di corsa e il paesaggio, in particolar modo se gli allenamenti sono più lunghi del solito.

    MAGGIOR FATICA MUSCOLARE
    L'uso del tapis roulant può risultare più faticoso (e pericoloso), spiega il professor Gianfranco Beltrami, docente di Scienze motorie all’Università di Parma, perché "il

    Continua »di Perché correre sul tapis roulant è più faticoso
  • Cancro ai testicoli, casi in aumento: le cinque mosse per proteggersi

    A lanciare l'allarme sono stati gli specialisti riuniti a Madrid per il congresso della Società europea di urologia (Eau): il tumore ai testicoli, che colpisce prevalentemente tra i 25 e i 49 anni, ha visto negli ultimi 30 anni un incremento del 45%. La buona notizia, però, è che la mortalità è in netto calo (guarisce circa il 95% dei pazienti).

    I PERICOLI DI UNA SCARSA PREVENZIONE
    Gli urologi hanno sottolineato come la scarsa attenzione maschile nei confronti della prevenzione, la mancanza della visita di leva e la sottovalutazione di problematiche insorte già durante l'infanzia possano rappresentare un pericolo da non sottovalutare: sono oltre 2mila i casi riscontrati in Italia, secondo gli ultimi dati. (Continua sotto...)

    ADDIO IMBARAZZO E PUDORE: SERVE MAGGIORE PREVENZIONE
    È dunque fondamentale sensibilizzare i giovani ad una maggior prevenzione tramite un esame attento e accurato da eseguire da soli, come sottolinea Vincenzo Mirone, segretario generale della Siu (Società italiana

    Continua »di Cancro ai testicoli, casi in aumento: le cinque mosse per proteggersi

Impaginazione

(955 articoli)