Sponsored by

Quali sono i posti più sporchi in casa?

A voi che per la prima volta siete capitati su questo blog, eccomi qui! Sono Irene, ho trent'anni e ho un bimbo super vivace di un anno e mezzo. Ho un lavoro che mi piace, un marito che non si ferma mai, e delle amiche senza cui non potrei vivere. Ecco i miei consigli su come conciliare tutto senza impazzire!

(Fotolia)

Per quanto possiamo essere brave e accurate quando ci dedichiamo alle pulizie domestiche, vi sono alcuni angoli in cui lo sporco riesce ad arroccarsi con grande abilità. Si tratta di nascondigli dove germi e batteri trovano terreno fertile per proliferare con più tranquillità, con il pericolo che la nostra casa, appena pulita, non sia in realtà così accogliente e sicura per noi che ci abitiamo.

Odi i mestieri? Ecco perché amarli

Le due stanze più soggette ad accogliere lo sporco sono quelle forse meno sospettabili, la cucina e il bagno. Sbagliato pensare che il locale e gli accessori deputati alla pulizia quotidiana del nostro corpo siano automaticamente i più puliti della casa. Rimaste umide e calde dopo l’utilizzo, vasche da bagno e docce costituiscono l’ambiente ideale per lo stafilococco, batterio portatore di diverse infezioni al nostro organismo. Per pulire e rendere igienicamente sicure queste superfici, armatevi di uno sgrassatore igienizzante e di una spazzola dalle setole morbide. Infine risciacquate con acqua fredda.

Consigli utili per ogni macchia: leggi

Altro luogo spesso trascurato è la lavatrice. Lavate separatamente tutto ciò che richiede un’accurata igienizzazione. Ad esempio, per le mutande scegliete una temperatura adeguatamente elevata in grado di distruggere i germi e lavatele da sole per evitare di contaminare il resto del bucato con l’ E. coli, il batterio responsabile di alcune malattie intestinali.

Un altro ricettacolo di batteri è la cucina, e in maniera particolare il lavello, dove la combinazione di residui di cibo e acqua calda favorisce la proliferazione del batterio responsabile della salmonellosi. Altrettanto insidiose sono le spugnette che usiamo per lavare i piatti, e che andrebbero sostituite frequentemente o igienizzate nel microonde. Una volta alla settimana ricordatevi di fare scorrere dell’acqua calda nello scarico del lavandino in modo da eliminare quei microbi presenti nel canale di scolo.

Continua a leggere l'articolo

Guarda i consigli di Irene




Tutte le cose che maneggiamo quotidianamente, e più volte al giorno, diventano ricettacolo privilegiato di batteri, che vi si annidano resistendo anche per lunghi periodo di tempo. Pensate che cellulari, telecomandi, tastiere e mouse possono arrivare ad ospitare il triplo dei batteri presenti sulla tavoletta del wc. Per evitare eventuali infezioni puliteli accuratamente con un panno e un disinfettante. E lavatevi bene le mani prima di utilizzare i vostri inseparabili dispositivi elettronici. Inoltre, evitate di mangiare davanti al computer, poiché i residui di cibo sono tra le dimore preferite dai batteri.

Poiché batteri e germi prediligono l’umidità, state attente a pulire ed asciugare per bene tutte le superfici della vostra casa. Non siate però eccessivamente maniacali nelle vostre missioni di pulizia domestiche. Se è vero che la casa deve essere pulita e igienizzata in profondità, è anche vero che un ambiente eccessivamente asettico e sterilizzato può nuocere alla salute abbassando le nostre difese immunitarie ed esponendoci al rischio di allergie.

Editor's Pick

I CONSIGLI DEL GALLO

Come togliere le impronte

Per rimuovere le impronte delle dita dagli elettrodomestici e dai piani in acciaio, imbevete un panno con un po' di olio per neonati e passatelo sulle aree interessate. Le impronte andranno via velocemente.

SONDAGGIO

 
POLL

Cosa fai per pulire casa rispettando l’ambiente?

Caricamento in corso...
Opzioni di scelta del sondaggio